I piaceri del sesso tantrico.

Quando si pensa al sesso si immaginano subito le posizioni sessuali del Kamasutra, quelle che permettono di vivere l’esperienza fisica con il partner a 360°, ma il sesso non è solo un incontro di corpi, si tratta di un qualcosa di più profondo che coinvolge la mente e che permette di provare sensazioni intense.

Parliamo, quindi, dei piaceri del sesso tantrico, un’esperienza unica, una vera filosofia di vita, una pratica che ha origini in India nel 400 a.C. e che ha come scopo quello di portare a una maturazione dell’individuo alla scoperta di sé.

Andando a toccare più da vicino il sesso tantrico, una prima analisi va fatta sulla parola “tantra” che vuol dire principio, essenza e tecnica, si usa per indicare insegnamenti e tradizioni esoteriche di origine religiose dell’India.

Nel corso del tempo ha assunto un’altra forma, andando a indicare le pratiche e i rituali sessuali che permettono al corpo e alla mente di liberarsi completamente e toccare sensazioni libidinose uniche.

Nel porno italiano e in quello in generale, oltre alle sensazioni sessuali evidenti che i due corpi provano, può esserci l’ansia da orgasmo, ovvero, quel momento in cui ci si impegna così tanto per arrivare al massimo del piacere da correre il rischio di non riuscire a toccarlo.

Nel sesso tantrico bisogna tralasciare l’ansia da orgasmi, perché non conta tanto la finalità quanto quello il riuscire a godere dell’erotismo nella sua completata totalità: suoni, respiri, momenti.

Il sesso tantrico deve essere fatto da persone molto unite perché si tratta di una pratica molto mentale che fa emergere anche tutti i problemi e la psicologia legata al proprio rapporto di coppia, ma allo stesso tempo, permette di uscire dalla routine e di vivere sensazioni uniche e creare una connessione sessuale e spirituale tra i due partner.

Il porno ci ha abituato a vedere la figura femminile come quella che spesso subisce le voglie dell’uomo, in alcuni casi, si da alla pratica solitaria con ditalini e penetrazioni con dildi, nel sesso tantrico, invece, c’è un vero e proprio ribaltamento dei ruoli: la donna è la parte attiva che trasmettere la sua “energia fredda” al maschio che la trasforma in “energia calda”.

La posizione più utilizzata è quello in cui la donna si siede sulle cosce dell’uomo, incrociando le gambe dietro la sua schiena tenendolo stretto in un abbraccio, in questo modo ci si può guardare negli occhi e creare una connessione profonda tra i due.

Un’altra posizione molto calda è quella in cui entrambi i partner sono inginocchiati, lui sta alle spalle della donna e la spinge da dietro in modo che i due corpi siano schiacciati tra di loro ermeticamente, poi inizia la penetrazione e lei fa movimenti circolari coi fianchi per una sensazione davvero piacevole.

In conclusione, il sesso tantrico, è senza dubbio una scelta di vita di coppia, una filosofia in grado di dare tantissimi piaceri sessuali, a volte, molto di più del sesso tradizionale, dove le variabili sono inferiori rispetto alla molteplicità delle sensazioni tantriche.